Impact | Imprese | Edizione III - 2022

Birre di Confine

Aree: Provincia di Cuneo


Promozione e creazione di pacchetti turistici che colleghino attività di scoperta della filiera della birra al territorio circostante.

L'intervista:

Avete a disposizione lo spazio di un tweet (280 caratteri), in cosa consiste il vostro progetto?

Birre di Confine vuole creare percorsi turistici di scoperta del territorio lungo la filiera dei birrifici artigianali, integrando la produzione artigianale al contesto storico, culturale e naturale, superando i confini dei luoghi comuni e unendo le vecchie tradizioni con quelle nuove. L’obiettivo è quello di creare un modello di turismo sostenibile che unisca cultura, storia e enogastronomia.

 

Quale problema avete riscontrato in provincia di Cuneo e come volete provare a risolverlo?

La Granda è ricca di piccoli produttori artigianali, di prodotti caratteristici e luoghi bellissimi, che non sono però valorizzati e che difficilmente si coordinano nel creare prodotti turistici completi. “Unendo i puntini” si scopre però che è un territorio tutto da scoprire, attraverso tanti piccoli e grandi punti di interesse.

 

Chi c’è dietro “Birre di Confine”? Presentateci il vostro team!

Il team è composto da:

  • Francesca Di Paolo, guida turistica e esperta di erbe officinali,
  • Guido Palazzo, organizzatore di eventi del settore brassicolo e formatore,
  • Michele Donalisio, imprenditore e divulgatore di Km0 e sostenibilità.

 

Come è nata la vostra idea?

Collaborando con vari birrifici e portando personalmente amici a visitare il territorio ci siamo resi conto di come questo potenziale elevatissimo e interessante non fosse veicolato in un offerta turistica complessiva.

 

Dall’idea al progetto, quali sono i primi passi che state affrontando per avviare la vostra attività?

Il progetto è partiti con alcuni eventi di test, abbiamo avviato le collaborazioni e stretto accordi con gli attori del territorio, creato percorsi e variabili, realizzato un sito web e dei profili social per iniziare a comunicare il progetto.

 

Qual è l’impatto sociale che vorreste generare sul territorio della provincia di Cuneo?

Vorremmo che le piccole realtà prendessero coscienza del loro potenziale attrattivo e che, collaborando con altri attori, possano capire di avere un richiamo molto ampio. Superando i campanilismi e vedendosi parte di un percorso di insieme, i protagonisti del territorio dovrebbero superare la tipica ritrosia dei nostri luoghi per aprirsi ad un nuovo modo di valorizzare la propria attività e il proprio territorio.
La scoperta di punti di interesse meno noti invoglierebbe i turisti a tornare e ad ampliare la loro visita, vedendo il territorio della provincia capace di offrire un’esperienza turistica completa. Il progetto potrebbe aiutare quindi le realtà locali a comprendere il loro potenziale turistico se inserite in una rete.

 

Chi vuole sapere qualcosa di più sul vostro progetto dove può trovarvi on-line e off-line?

tel: 3287393305

mail: info@birrediconfine.it

sito: birrediconfine.it

@birrediconfine su Instagram e Facebook

 

Una canzone rappresentativa del vostro progetto: “Take me home, country roads” di John Denver

 

Un libro rappresentativo del vostro progetto: “Walden” di Henry David Thoreau